Illustration flat design du Bitcoin expliqué à ma grand mère.

Bitcoin ha spiegato a mia nonna, introduzione per i principianti.

Aggiornato 24 Dicembre 2017 - 0 Commenti - , , , ,

ⓘ Questo articolo potrebbe essere stato tradotto parzialmente o completamente utilizzando strumenti automatici. Ci scusiamo per eventuali errori che ciò potrebbe causare.

Probabilmente hai sentito parlare di Bitcoin. E ne sono sicuro per due motivi: stai leggendo questo articolo; e anche mia nonna ha sentito parlare di Bitcoin.

E facciamo sul serio, mia nonna compra ancora chamonix. Evidentemente non è ancora nel XXI secolo. Se, per sfortuna, cambiamo l'ordine in cui di solito spegne la TV, può rimanere bloccata davanti allo schermo "HDMI 1" per 10 minuti …

Quindi le cose sono semplici: se mia nonna ha sentito parlare di Bitcoin, anche tu.

NB: O tu sei la mia bisnonna, e ho alcune domande per te, come "Dov'è sepolto il tesoro?", "Allora, abbiamo una buona vista da lassù?" o "Qual è stata la ricetta per la tua marmellata d'arancia?"

Quindi sì, mia nonna ha sentito parlare di Bitcoin. Solo che mia nonna non l'ha capito. Per lei, e per un sacco di gente, Bitcoin è nuovo, è complicato, è virtuale e la spaventa un po '. Insomma, per mia nonna, Bitcoin, non capisce e sembra pericolosa.

Tranne che Bitcoin sembra pericoloso, va bene, ma è anche molto di moda. Ne sentiamo sempre parlare, i media "tradizionali" dedicano articoli, dibattiti e relazioni, anche France 2 ne parla, e mia nonna, bah le piace France 2.

Così rappresenta potenzialmente un sacco di soldi … Inevitabilmente, si interroga, sfida, fa anche, un po', sogno. Ha l'odore del denaro facile, il gusto della novità e inoltre, è ancora davvero nazione start-up.

Nella mia testa mi sono detto solo una cosa: "Questo Natale, obbligato, parlerà Bitcoin durante il pasto di famiglia".

Tranne che, bah non è necessariamente una grande notizia per me …

Perché quando mia nonna finisce di spiegare la storia che ha visto in TV.
Che mio zio ha insistito che "tutto questo è virtuale, non esiste", ma anche, naturalmente, che "bitcoin viene utilizzato per comprare droghe e armi" (spero di avere, come bonus, una riflessione su Linux e la darknet).
Che mia zia avrà spiegato che "in ogni caso, non lo capisco comunque".
Che l'altro mio zio avrà notato "si chiede ancora se sarebbe un buon investimento".
Che la mia seconda zia avrà notato che "cosa parlato su facebook e ha detto che, allora deve essere vero".

In breve, quando tutti hanno la loro opinione e nessuno vuole più interrogarlo, si rivolgeranno a me e mi chiederanno cuore: "Beh, tu che sei un informatico, cosa ne pensi di bitcoin".

Uomo in pieno facepalm

La vita di un informatico è sempre una sorprendente miscela di domande e stanchezza… E credimi, hai bisogno di una stanchezza "s".

Tranne che questa volta, li ho visti arrivare i sagos! Non mi lasserò prendere alla sprovvista, oh no.

È domenica 17 dicembre 2017, e a partire da oggi, ho ufficialmente una settimana per preparare le mie armi, affilare la penna e scrivere l'articolo perfetto su Bitcoin: Bitcoin ha spiegato a mia nonna.

Una settimana per scrivere un semplice articolo, comprensibile da tutti, così preciso e così completo che non avranno più domande, che sapranno esattamente cos'è Bitcoin.

Qualcosa che permette loro di capire come funziona, a cosa si tratta, cosa porta, come si può acquistare, e, soprattutto, come Bitcoin mette in discussione il nostro rapporto con il denaro e l'informazione.

Che per una volta capiscono che no, la verità non è il rapporto televisivo che parla di Bitcoin come un modo per acquistare droga, armi o finanziare il terrorismo. Che tutti questi cosiddetti esperti dei vassoi non capiscono nulla, confondono, inventano, ingannano e ingannano l'altro.

In breve, ho una settimana per scrivere un articolo che spero permetterà loro, e forse altri, di capire davvero un argomento complesso, quello di Bitcoin, senza fermarsi alla sua superficie. Un articolo abbastanza buono da poter diventare un riferimento sull'argomento, in modo che quando una persona chiede "che cos'è Bitcoin?", un altro risponde "ecco".

Sono 7 giorni lunghi… È una settimana di lezione…

Che cos'è Bitcoin?

In un primo momento, avevo pensato di fare un lungo articolo complicato per spiegare in dettaglio cosa fosse Bitcoin, come funzionasse, ecc. Per riassumere, un libro condensato in un post sul blog. Solo qui, ho trovato il risultato troppo complicato, non abbastanza chiaro. In breve, un po 'noioso …

Così, infine, mi sono detto che il più semplice, se davvero volevo fare un articolo che avrebbe spiegato anche a mia nonna cosa fosse Bitcoin, beh, era chiacchierare con lei, rispondere alle sue domande a lei, per cercare di farle capire il mio mondo per me.

Nel resto di questo articolo, proporrò quindi un dialogo, con le domande poste da mia nonna e le risposte che le ho dato (tutte un po' rimesse in ordine, in modo che sia logico e leggibile).

Cos'è questo Bitcoin di cui tutti parlano?

Quindi già nonna, Bitcoin è una valuta, non un'anatra. Quindi diciamo "bite-cogne" (che è molto doloroso), e non "bite-corner" (che in realtà non è pratico).

Ma in caso contrario, Bitcoin è chiamato criptovaluta. Non è l'unico, o davvero la prima criptovaluta, ma è senza dubbio il più conosciuto e più utilizzato.

Una criptovaluta? Cos'è questa cosa?

Una criptovaluta della nonna è una valuta virtuale, cioè una valuta che non ha rappresentanza fisica e non è garantita o riconosciuta dallo Stato o da un'autorità finanziaria ufficiale. Ciò significa che lo Stato non riconosce alcun valore reale a questa valuta, e quindi il suo valore è totalmente speculativo.

Tranne che una criptovaluta, bah ha anche altre caratteristiche che non hanno necessariamente tutte le valute virtuali. Ci sono altre tre condizioni per essere un crito-valuta.

In primo luogo, la moneta deve essere bilaterale. Ciò significa che devi essere in grado di acquistare questa valuta virtuale con una valuta statale (ad esempio acquistare Bitcoin con dollari), e che devi anche essere in grado di acquistare una valuta statale con quella valuta virtuale (ad esempio, acquista dollari con Bitcoin).

Poi deve essere distribuito. Ciò significa che questa valuta non deve essere emessa o regolamentata da un'entità centrale, ma che deve essere basata su una rete di computer decentralizzata (di solito indicata come una rete "Peer to peer"), vale a dire una rete o persone diverse si scambiano direttamente tra loro e dove le informazioni vengono distribuite e archiviate in tale rete piuttosto che su un punto centrale.

Deve essere protetto da un meccanismo di prova di lavoro crittografico. Ciò significa che quando due persone scambiano la valuta sulla rete, per assicurarsi che sia sicura, i computer di rete devono eseguire molti calcoli molto complessi e lunghi. Ciò garantisce che una singola persona (o anche un centinaio di persone) non sarà in grado di creare transazioni false.

Diagramma dell'architettura server e dell'architettura peer-to-peer.

Bitcoin si basa su un'architettura decentralizzata, o architettura "peer-to-peer", cioè i diversi computer della rete comunicano direttamente.

E vedete, nonna, ognuno di questi punti è super importante per Bitcoin!

Dal momento che è bilaterale, è possibile venderlo e comprarlo. Quindi ha un prezzo, quello che viene chiamato "un valore di scambio" (per dirla semplicemente, il valore di scambio è il prezzo al quale un bene viene acquistato e venduto). Come è distribuito, significa che nessuno può cambiare il suo valore o la quantità, quindi non può essere regolato. Infine, poiché si basa sulla prova del lavoro, è perfettamente sicuro e infalsifiabile, senza la necessità di una sola persona per verificarlo (che garantisce il punto precedente).

È complicato, non puoi renderlo più semplice?

Buona nonna, per riassumere, Bitcoin è una moneta virtuale, non riconosciuta dagli Stati, che non si basa su qualsiasi stock di materie prime, che non è regolamentato, non falsificabile, e che può essere acquistato o venduto contro una valuta ufficiale.

Ah, sì, ho dimenticato, bitcoin non è una moneta elettronica, perché per la legge, una moneta elettronica è solo la valuta normale (come l'euro o dollari), ma in un computer. Quindi questo significa che è riconosciuto e regolato dallo stato, non come Bitcoin.

Chi ha creato Bitcoin, cosa fare e perché tutti ne parlano?

Ma se non è lo stato, chi ha creato Bitcoin?

Quindi in realtà nessuno sa davvero chi ha creato Bitcoin.

In TV ho pensato che fosse un giapponese?

I media amano rilasciare un articolo ogni anno per dire che hanno "trovato l'inventore di Bitcoin", ma in realtà non ne sanno nulla.

Ufficialmente, Bitcoin è stato creato da Satoshi Nakamoto (e il suo nome, Satoshi, è ancora usato per definire la più piccola unità possibile di Bitcoin, cioè 1 centesimo di Bitcoin). Quindi sì, quindi potresti dire, "È un giapponese" … Ma in realtà no, perché Satoshi Nakamoto, in realtà, è solo uno pseudonimo.

Ci sono un sacco di teorie che sono circolate, e un sacco di gente pensa che tale o tale è Satoshi Nakamoto (non ho intenzione di farti la lista, ma c'è una pagina di Wikipedia sull'argomento se si vuole guardare). Ma in verità, nessuno lo sa, non siamo nemmeno sicuri che sia davvero un ragazzo Satoshi Nakamoto, se succede, è come un gruppo che si nasconde dietro una persona.

Ma quindi non è pericoloso se non sappiamo chi ha creato Bitcoin?

No, in realtà non è pericoloso per due motivi.

Primo, Satoshi Nakamoto non esiste più. Nessuno può contattarlo per, tipo, 5 o 6 anni, e ha deciso di scomparire. E dato che il ragazzo è ancora un fottuto genio, probabilmente non lo troveremo mai. Ma improvvisamente, significa che non sta più lavorando su Bitcoin.

Poi Satoshi Nakamoto, ha creato Bitcoin, ma ha messo il codice che trasforma la macchina in "libero". Vale a dire, tutti possono leggerlo e vedere come funziona.

Per fare un esempio, è come guidare un'auto di cui non conosci il produttore, ma o altri 10 produttori globali molto seri sono stati in grado di smontare l'intera auto, guardare ogni parte, rimetterla insieme, e dicono "è buono, funziona alla grande, non c'è rischio". Bene, finalmente è davvero più sicuro di guidare una macchina si conosce il produttore, ma dove gli altri 9 non poteva controllare.

Invece di credere alla persona che ti vende l'auto (e quindi ha interesse a mentirti per prenderla), credi alle altre 10 persone che hanno controllato e che non hanno conflitti di interesse.

Ma se qualcuno lo conosce, sappiamo perché ha creato la cosa Bitcoin Satoshi?

Satoshi Nakamoto, ma questo è per una volta, sì, siamo abbastanza sicuri perché ha creato Bitcoin.

Infatti, se Satoshi ha creato bitcoin è stato perché non gli piaceva il modo in cui il denaro "normale" ha funzionato. In sostanza, odiava che fosse regolato dalle banche e dallo stato. L'idea è che perché si vive in un mondo dove hai bisogno di soldi tutto il tempo, chi controlla il denaro può fare quello che vogliono.

Già, se è lo stato, non è cool. Perché significa che se vivi in una dittatura, sei completamente bloccato, non puoi scappare, non puoi comprare giornali dell'opposizione, non puoi fare niente. Ma se sono le banche, è ancora peggio. Perché questo significa che anche in una democrazia, infatti, sono le banche che possono decidere chi ha il diritto di creare un giornale, chi può correre per l'incarico, ecc., perché per tutto questo ci vogliono soldi, e controllano i conti bancari.

Ma come facciamo a sapere che è per questo che ha creato Bitcoin?

Infatti, Bitcoin, Satoshi non ha creato tutto. Si è affidato molto a una vecchia cosa chiamata B-Money. B-Money era una proposta per un sistema monetario anonimo, e che ha cominciato a essere diffuso in circoli cypherpunks (un po 'come cyberpunks, ma per la sicurezza e la matematica, se si vuole). E questo ambiente, è piuttosto reputato molto vicino ai movimenti anarchici.

Quindi sappiamo che Satoshi era un vero fan di B-Money (ha detto alle persone su forum o via e-mail), e le idee che erano dietro. E queste idee, le conosciamo bene, perché Wei Dai, il creatore di B-Money, ne ha parlato ampiamente sui forum online, scrive articoli, ecc.

Quindi, in effetti, Bitcoin è una cosa anarchica?

Beh, sì, ma no. Fondamentalmente, quando è stato creato, l'obiettivo di Bitcoin era chiaramente filosofico e politico: creare un sistema monetario parallelo, non regolamentato e potenzialmente anonimo. La differenza principale tra il denaro normale e Bitcoin era il lato distribuito e la non regolamentazione.

All'inizio, sì, era piuttosto anarchico.

Ma oggi, dobbiamo ammettere che l'aspetto filosofico e politico di Bitcoin è cambiato molto. Non ho intenzione di spiegare tutto in dettaglio, ma con il passare del tempo, quando è diventato popolare, Bitcoin ha perso un sacco della sua filosofia originale.

Fondamentalmente, Bitcoin oggi è di interesse per sempre più persone, e molte correnti politiche diverse stanno dicendo che c'è un grande colpo da giocare. Tutte le correnti politiche vedono Bitcoin (e le criptovalute in generale) come opportunità, ma non la stessa.

Semplificherò un po' per andare rapidamente nonna, ma fondamentalmente per ora è così.

Per la destra liberale, questa è un'opportunità per mettere in atto un sistema perfetto di libera concorrenza.
Questo è esattamente ciò che Adam Smith (il creatore del capitalismo), un sistema di scambio monetario senza alcuna regolamentazione statale, aveva teorizzato. Per i liberali, Bitcoin è un'opportunità per creare un sistema finanziario basato su nessun stock fisico (come l'oro), senza alcun controllo, totalmente dedicato al trading e alla speculazione del mercato azionario e dove solo l'offerta e la domanda determinano il mercato. In breve, è il mercato totalmente libero, gestito dalla teoria della "mano invisibile".

Per la sinistra, questa è un'opportunità per uscire da un sistema finanziario detenuto dalle grandi fortune e dalle banche.
Quindi, è più vicino alle idee di base, Bitcoin sarebbe un modo per garantire la libertà di scambio e quindi le informazioni. Ad esempio, è un modo per i giornali o gli informatori dell'opposizione di liberarsi dal controllo finanziario dello stato (ad esempio, WikiLeaks offre di donare a Bitcoin, perché il loro conto bancario tradizionale è stato bloccato dalle grandi banche e dagli Stati Uniti). Con questo in mente, Bitcoin sarebbe principalmente un mezzo per creare un sistema finanziario parallelo più democratico.

Per il centro e per la maggior parte delle persone, è solo una novità.
Per la stragrande maggioranza dei giocatori, non sono stati davvero interessati a Bitcoin ancora, li spaventa un po ', perché non capiscono di cosa si tratta, ma questo è tutto. Per loro, Bitcoin non porta alcuna particolare speranza politica o filosofica. Non è altro che un modo tecnicamente innovativo di scambiare denaro.
Ad esempio, le banche lo vedono come un modo per effettuare trasferimenti bancari in modo sicuro e più veloce, gli individui un investimento finanziario attraente, i commercianti un nuovo mezzo di pagamento con commissioni potenzialmente inferiori rispetto alle carte bancarie, ecc.

Vedete, per la maggior parte degli attori, l'aspetto anarchico dei primi giorni è completamente scomparso.

Che ne pensi? Che aspetto avrebbe?

Per quanto riguarda Bitcoin, penso che per ora ci sono ancora alcuni dei tre, ma che il primo e l'ultimo stanno vincendo. A mio parere, tra qualche tempo il lato anarchico sarà completamente scomparso da Bitcoin. Soprattutto ora, il trading rappresenta una percentuale molto grande di transazioni Bitcoin, e limita molto il suo uso come valuta. E il resto è un sacco di risparmi.

D'altra parte, ci sono altre criptovalute (ad esempio Monero), dove la situazione può essere diversa, ma queste valute non sono ancora così popolari come Bitcoin.

In breve, penso che le idee dietro Bitcoin non solo scompariranno, perché Bitcoin ha permesso di creare altre valute, ma scompariranno da Bitcoin stesso.

Perché ci sono altre cose oltre Bitcoin?

Hola sì! Ci sono decine e decine di criptovalute diverse da Bitcoin. Si chiama Altcoins, per alternative monete. Ma non stiamo andando ad entrare nei dettagli ora, te lo spiegherò la prossima volta d'accordo, altrimenti ci perderemo.

Va bene. Ma allora perché tutti parlano di Bitcoin? E perché la gente dice che devi comprarli? È perché è nuovo?

No, infatti Bitcoin non è davvero nuovo. Come ho detto, Bitcoin si ispira a B-Money, che risale al 1998. Da parte sua, Satoshi ha iniziato a lavorare su Bitcoin nel 2007, ma la messa in servizio ufficiale della data Bitcoin è del 2009.

Quindi Bitcoin non è vecchio, questo è sicuro, ma non possiamo dire che sia nuovo.

Infatti, se parliamo sempre di più di Bitcoin, e se sempre più persone vogliono comprarlo, è perché il suo prezzo è salito in un modo semplicemente incredibile. Per darvi un'idea, nel 2016, sull'anno Bitcoin è andato da 300 a 900 euro ciascuno. E nel 2017, da 1000 a 15.000 euro…

Curva di evoluzione di Bitcoin dal suo inizio mostrando un mercato in fuga nel 2017.

E 'chiaro che dal 2017 il prezzo di Bitcoin è aumentato enormemente in un tempo particolarmente piccolo.

Quindi, se tutti parlano di Bitcoin in questo momento, è a causa dell'impennata dei prezzi. I potenziali profitti sono assolutamente enormi, e la gente vuole investire in Bitcoin perché sperano di beneficiare di questo aumento dei prezzi pure.

Il problema è che non sempre capiscono come funziona Bitcoin, o cryptocurrencies in generale.

Dopo, è anche comprensibile, tale tasso di redditività è inaudito. Per capire la situazione, immaginate che una persona ha acquistato alla fine del 2016 per 1.000 dollari di Bitcoin. Rivendendo lo stesso Bitcoin oggi, questa persona guadagnerebbe più di 17.000 dollari, un rendimento del 1700%! Quindi, necessariamente, rispetto allo 0,75% dell'opuscolo A…

Alcuni sono stati fortunati, o sentito la vena giusta, e fatto grandi profitti su di esso, fino a diventare milionari. Così i media ne stanno parlando, il grande pubblico sta iniziando a interessarsi, e molti si chiedono se non valga la pena investire in Bitcoin. E un'intera economia già affermata nel settore sta approfittando di questa opportunità per decollare e fare un sacco di soldi, che mantiene, per il momento, questo aumento dei prezzi.

Ecco perché oggi tutti parlano di Bitcoin, è diventato un mercato totalmente speculativo, ma anche incredibilmente redditizio, popolare e potenzialmente molto rischioso!

Bitcoin è pericoloso? È legale? È una truffa?

Ma bitcoin non è vietato?

Beh, no, perché dovrebbe essere proibito?

Beh, non lo so, non è illegale? Se non è riconosciuto dallo stato non è consentito dalla legge, vero?

Per niente nonna, Bitcoin è perfettamente legale. Nulla ti vieta (almeno in Francia), di acquistare, scambiare, detenere o vendere Bitcoin.

Quindi sì, lo stato in realtà non riconosce Bitcoin, ma non lo vieta. In realtà, è ancora abbastanza giovane, e sta appena cominciando ad essere regolamentato.

In Francia, siamo soggetti al diritto europeo, e nel caso di Bitcoin applichiamo quindi un ordine della Corte di giustizia europea, che definisce Bitcoin come un mezzo di pagamento, ma non in realtà una valuta.

Aspetta, sto ricevendo il mio cellulare, ti troverò il testo esatto… Qui, il decreto dice:

La moneta virtuale "bitcoin" essendo un mezzo di pagamento contrattuale non può, da un lato, essere considerata come un conto corrente o come deposito di fondi, un pagamento o un trasferimento. D'altra parte, a differenza dei crediti, degli assegni e di altri effetti commerciali (…), si tratta di un mezzo di regolamento diretto tra gli operatori che lo accettano. Corte di giustizia dell'Unione europea, sentenza del 22 ottobre 2015.

Quindi vedete, l'UE dice che il Bitcoin esiste, e non lo vieta. Per loro, è infatti un mezzo di pagamento, perché viene utilizzato dagli attori (fondamentalmente persone o aziende) come mezzo di pagamento. E poiché è un mezzo di pagamento, Bitcoin non è soggetto a T.V.A. E attenzione, non è un conto bancario, un libro di risparmio o qualsiasi altra cosa.

E poi c'è un ultimo punto, la cosa di assegni, crediti, ecc. Fondamentalmente, l'UE specifica che Bitcoin è diretto tra le persone, il che significa che non si basa su una banca (il cosiddetto terzo fidato).

Infatti, è abbastanza ben avvitato la loro definizione …

C'è ancora un piccolo trucco, non so se hai notato, ma questo testo parla specificamente Bitcoin… Quindi non si applica direttamente ad altre criptovalute. Ma ehi, penso che un tribunale farebbe una sentenza simile per un Altcoin basato direttamente su questo articolo.

Ma pensavo che Bitcoin fosse usato per comprare droga, armi o terroristi? Ne parlavano nella relazione.

Quella nonna, è soprattutto una vecchia leggenda che ha una vita dura. Solo perché lo dicono in TV non significa che sia vero, soprattutto quando si tratta di computer…

Non ho intenzione di dirvi che Bitcoin non viene mai utilizzato per scopi criminali. Ma questa è una piccola parte del suo uso, meno del 3-6% nel 2016 secondo le statistiche del New York Times, e ancora una volta, deve essere diminuito molto oggi con l'apertura al pubblico in generale e commercianti.

Questo signore sembra davvero sapere di Bitcoin, voglio dire, ha anche occhiali tartaruga. Solo gli esperti e il mio ex insegnante di filo hanno… e questo non è il mio ex insegnante di filo…

Infatti, se i rapporti televisivi dicono sempre che Bitcoin viene utilizzato per comprare droga, per il traffico di armi, o per finanziare il terrorismo, è a causa di una miscela di diverse cose:

  • Perché la TV sta cercando di spaventare la gente per attirare lo spettatore (attiriamo più persone parlando dei trafficanti di droga che usano Bitcoin che parlando di scienziati informatici che costruiscono software complicato basato sulla rete).).
  • Perché gli "esperti" invitati ai televisori non lo capiscono e hanno paura di ciò che non sanno.
  • Perché c'è stata una mediazione troppo di minoranza, ma più casi di venditori, come il caso di SilkRoad (un trucco di spacciatori di droga online).
  • Perché gli esperti di set TV (e presentatori / giornalisti) spesso confondono Bitcoin, Darknet e hacker.
  • Perché esperti, giornalisti e presentatori credono tutti che Bitcoin è irrintracciabile.

In poche parole, prima che il prezzo di Bitcoin salisse alle stelle, nessuno era interessato tranne gli scienziati informatici e ricercatori di economia. Quindi l'unica volta che ne abbiamo parlato è stato indirettamente, se è stato coinvolto in grandi casi che fanno paura, come la droga, le armi, il terrorismo, ecc.

Questo è in genere il caso di SilkRoad, un sito web ospitato sulla darknet (una sorta di internet parallelo), e che vendeva droga, armi e altri (ma soprattutto droghe). Poiché il sito aveva bisogno di un mezzo di pagamento discreto, ma non potevano usare contanti prendendo una commissione, hanno usato Bitcoin.

Così, quando il sito è stato chiuso dall'FBI, l'FBI ha gridato dai tetti (ovviamente, è stata una bella vittoria e una buona opportunità per fare propaganda). E i media hanno preso il sopravvento sull'argomento, ha evidenziato la forza degli Stati Uniti, la lotta contro la droga, ha spaventato la gente e quindi è stato un sacco di pubblico. E, naturalmente, hanno parlato di Bitcoin! Ed è così che si crea una reputazione…

Più tardi, quando in Francia gli "esperti" dei televisori hanno dovuto dare la loro opinione su Bitcoin, non conoscendo l'argomento (perché lo saprebbero, non è il loro lavoro), hanno fatto come tutti gli altri, hanno cercato "Bitcoin" su Google.

E invece di leggere articoli tecnici, lunghi e complicati scritti da sviluppatori, scienziati e utenti, hanno preso gli articoli più semplici per capire. Coloro che meglio corrispondevano al loro ambiente sociale, alle loro idee, a quella che pensano sia una fonte affidabile. In altre parole, hanno letto gli articoli di stampa, tutti che hanno parlato del caso SilkRoad, Darknet, hacker, droghe, armi, e anche (come è il soggetto del momento) terrorismo.

Da allora in poi, la loro opinione è stata fatta, "è nuovo, si tratta di droghe, è sulla darknet, non è tracciabile, non capisco tutto, fa paura, quindi è pericoloso". E hanno dato la loro opinione sui televisori. Hanno preso un caso particolare, tutto misto, estrapolato, senza ulteriore riflessione, ignorando a titolo definitivo gli altri usi di Bitcoin, o il fatto che la stragrande maggioranza del traffico si basa su denaro "normale".

E una volta creata la reputazione, non c'è più niente da fare.

Con ogni nuovo aspetto di Bitcoin nei media, cerchiamo un esperto da invitare e prendiamo coloro che hanno già parlato dell'argomento. Questi esperti diventano rapidamente "esperti Di Bitcoin" agli occhi del pubblico, ma anche giornalisti o produttori, e alimentano ulteriormente questo circolo vizioso di disinformazione.

Ed è così che viene lanciata una grande caccia alle streghe, senza cospirazione, senza necessariamente avere uno scopo specifico, senza essere organizzata; semplicemente da un misto di stupidità, pigrizia, ignoranza, mancanza di tempo per lavorare ed etica per controllare…

NB: La situazione qui descritta non è vera per tutti gli specialisti, di tutti gli esperti. Ma è vero per abbastanza di loro per gli altri di essere annegati nel complesso.

Beh, quindi Bitcoin non è usato per comprare armi, droga o per finanziare Daesh?

In poche parole, no. Bitcoin può occasionalmente essere utilizzato come un chip di contrattazione in transazioni illegali, ma questo è ancora molto marginale rispetto al traffico alimentato da denaro convenzionale.

In altre parole, nonna, ho già avuto una persona per strada che offre di acquistare l'intasato per 15 euro, mai per 0.0001 Bitcoin… Non a me, né a un conoscente, né ad un conoscente, e probabilmente non alla loro conoscenza sia.

E hai detto che non era irrintracciabile, giusto? Eppure nei rapporti tutti dicono che non possiamo rintracciare Bitcoin.

Sì, tutti dicono Bitcoin è irrintracciabile, ma questo non è assolutamente vero. Infatti, in un certo senso Bitcoin è molto più rintracciabile del denaro normale.

Per capire questo, dobbiamo prima capire il concetto di Blockchain. La blockchain è una sorta di enorme libro contabile virtuale in cui vengono registrate tutte le transazioni Bitcoin.

Infatti, quando si desidera scambiare Bitcoin con qualcuno, ad esempio per soldi, la rete Bitcoin deve sapere almeno tre cose: chi sei; Quanti Bitcoin possiedi; A chi vuoi mandarli.

Per questo, Bitcoin utilizza la blockchain. Leggendo tutte le transazioni che hai fatto sulla rete, siamo in grado di scoprire quanto hai guadagnato dai Bitcoin e quanto hai speso. Quindi sappiamo quanti ne hai. E ogni utente della rete Bitcoin ha un indirizzo unico, che consente di identificarlo sulla rete. Un po' come il tuo documento d'identità, se vuoi.

Ciò significa che se Bob vuole inviare Alice 5 Bitcoin, dovrà scrivere in questo grande libro virtuale "Me Bob, io do 5 Bitcoin ad Alice".

E dove è grande è che assolutamente tutti possono accedere alla blockchain, tutti possono leggere questo grande libro! E dal momento che Bitcoin è completamente virtuale, è l'unico modo per trasferire davvero Bitcoin.

Quindi non solo non è possibile scambiare Bitcoin in modo invisibile, come con il denaro liquido "classico", ma è anche possibile sapere in ogni momento quanto denaro ha un conto e con il quale ha scambiato Bitcoin a differenza del sistema bancario tradizionale in cui alcuni paesi applicano il segreto bancario. Quindi, in un certo senso, Bitcoin è molto più rintracciabile del denaro normale.

Se la gente pensa Bitcoin è irrintracciabile, è perché lo scambio è tra indirizzi unici, non nomi di persone. All'esterno, teoricamente, non c'è alcuna verifica dell'identità quando si crea un indirizzo Bitcoin. Vale a dire, chiunque può creare un indirizzo senza dover dimostrare la propria identità. Da un punto di vista teorico, sarebbe quindi possibile acquistare o vendere Bitcoin senza farsi conoscere.

Ma qui, in realtà, è più complicato di così. Se si desidera acquistare Bitcoin, online, ci vorrà ad un certo punto o in un altro per passare attraverso una sorta di banca per convertire il vostro denaro classico in Bitcoin o viceversa, e lì, quasi impossibile da fare senza dare la vostra identità.

Quindi, naturalmente, ci sono sistemi più o meno complessi per "biancare" Bitcoin, ma esattamente come ci sono sistemi più o meno complessi per "whitewash" denaro.

Ancora una volta, diamo la colpa a un sacco di cose su Bitcoin, senza realmente capire, e soprattutto senza rendersi conto che la situazione è in realtà molto peggio con il denaro convenzionale.

In poche parole, con Bitcoin, se vuoi davvero, puoi rintracciare i soldi.

Non è un po' una grande truffa? Non è una piramide o qualcosa di Bitcoin?

E 'vero che ci sono persone contrarie a Bitcoin che dicono che è una piramide Ponzi, una truffa Madoff, o qualcosa del genere. E inevitabilmente, sempre lo stesso, come spaventa il pubblico, troviamo articoli allarmismi in alcuni giornali, e alcuni specialisti del settore hanno colto l'occasione per fare un po 'di pubblicità spiegando che il tutto era solo un sistema piramidale.

Ma se ci pensi per due minuti, Bitcoin non ha nulla a che fare con uno schema piramidale. Non paga i suoi membri, non si presenta sotto forma di un'entità organizzata, non impone alcun biglietto d'ingresso, non offre commissioni a persone che reclutano nuovi utenti, non cerca attivamente di reclutare…

D'altra parte, è molto chiaramente un mercato che non si basa su nulla di fisico, quindi è solo speculativo.

Ma se Bitcoin è totalmente virtuale, nella vita reale è inutile!

Niente nonna, è molto più complicato di così. Solo perché è virtuale non significa che sia inutile. In realtà, Bitcoin non è così diverso da una valuta convenzionale.

Per semplificare, da un punto di vista teorico, una valuta statale, come l'euro o i dollari, il suo valore è garantito dallo stock d'oro dello Stato (tranne che in verità, questo non è più vero, soprattutto dopo la fine degli accordi di Bretton Woods). Quindi, se un acquirente, dice Bob, accetta di "acquistare" 1,00 euro contro 1,17, è perché sa che la Banca centrale europea (che è riconosciuta dai paesi dell'UE) gli garantisce che in realtà sta acquistando 0,03 grammi di oro contro 0,03 altri grammi di oro.

Bitcoin, d'altra parte, non è garantito dal titolo d'oro dello stato, né da qualsiasi altra materia fisica.

Quindi, se Bob acquista 1 BTC (BTC è il simbolo di Bitcoin) per 17.000 dollari, non vi è alcuna garanzia del valore del BTC. Così, invece di spendere 423 grammi di oro per comprare altri 423 grammi di oro, Bob spende 423 grammi di oro per comprare 1 Bitcoin, il cui valore garantito è 0 grammi di oro, ma il cui valore di scambio è attualmente 423 grammi di oro.

Perché se Bitcoin non ha alcun valore reale, ha un valore speculativo.

Solo nonna, la realtà è molto più complessa. Il valore di una valuta non dipende più (quasi) dalle azioni d'oro di un paese, dipende molto dalla fiducia degli investitori, dalle prospettive economiche dello Stato, ecc. In breve, proprio come Bitcoin!

Per esempio, nonna, se domani la Cina dichiara guerra agli Stati Uniti, azioni d'oro o no, gli investitori diranno che gli Stati Uniti non sono sicuri di vincere la guerra, che il governo crollerà, e che non sarà in grado di garantire i dollari! Alla fine, venderanno tutti i loro dollari per comprare un'altra valuta meno pericolosa, e il valore dei dollari crollerà.

Questo è un po 'quello che è successo al rublo a pochi anni fa, gli investitori erano spaventati, hanno venduto tutto, e il prezzo del rublo è crollato!

Curva di mercato Rublo - Dollari dal 2013 al 2017 e mostrando un crollo nel 2014.

Ad esempio, questa curva mostra come il rublo russo ha subito un'enorme crisi di fiducia nel 2014 e come il suo prezzo è crollato.

Come una vera nonna, le valute sono tutte estremamente virtuali. Bitcoin è semplicemente più recente, meno regolamentato e quindi più incline a variazioni estreme.

Inoltre, non è per niente che molti commercianti specializzati in cambio di valuta (si chiama Forex), ora il commercio su cryptocurrencies e Bitcoin, i due mercati sono molto simili.

Ma se è virtuale, significa che tutti possono crearlo!

Ancora una volta, è più complicato di così. Sì, a differenza dell'euro o dei dollari, Bitcoin non corrisponde a un titolo d'oro e non è garantito dallo Stato. Tuttavia, non si può dire che sia "solo virtuale".

Non puoi semplicemente creare Bitcoin così, dal nulla. Per "creare" nuovi Bitcoin, nel mezzo si parla di Bitcoin "mining", dobbiamo prima convalidare una transazione, cioè trovare la soluzione di tutta la serie di calcoli molto complessi che servono a garantire le transazioni. Questa è la prova di calcolo di cui vi ho parlato prima.

Inoltre, quando convalidi una transazione, crea solo un numero limitato di Bitcoin, e alla fine non puoi generare tutti i Bitcoin che vuoi, c'è solo un numero limitato, 21 milioni, e si diffonderà nel tempo (ci saranno sempre meno).

Quindi, in un certo senso, Bitcoin corrisponde a qualcosa di fisico, l'energia e il materiale necessario per fare tutti questi calcoli.

Quindi, per creare Bitcoin, devi prima investire denaro!

Ma la gente dice che sta per esplodere, è molto instabile.

Quindi c'è la nonna, questo è in realtà il rischio. Come Bitcoin è totalmente dipendente dalla domanda e dalla domanda e senza alcun sistema normativo, può effettivamente rivelarsi molto instabile. E questo è ancora più vero per altre criptovalute. Poiché il volume delle transazioni degli Altcoins è inferiore a quello di Bitcoin, sono molto più sensibili agli effetti del panico sui mercati, ma anche agli aumenti drammatici.

Ma devi capire una cosa nonna, non è specifico per Bitcoin, è vero in tutti i mercati finanziari. Il caso del rublo in precedenza è un buon esempio, ma quello delle startup alla fine degli anni '90 troppo, ecc.

D'altra parte, Bitcoin ha un enorme vantaggio rispetto agli investimenti "classici", è che non c'è una quantità minima di investimento (o poi molto bassa, come 10). Così si può iniziare a investire in Bitcoin senza correre rischi. E dal momento che è molto instabile, significa che può cadere molto velocemente, ma anche salire molto velocemente. Quindi è ancora possibile fare bei profitti anche con un investimento di base abbastanza basso.

Sai, c'è una regola quando vuoi investire nel mercato azionario: non investire denaro non sei pronto a perdere.

Quindi è un po' come il mercato azionario, si può perdere tutto, o si può vincere molto, giusto?

Questo è tutto, esattamente. In ogni caso, quando si tratta di investimenti finanziari, se si può guadagnare molto, è perché il rischio è alto, non c'è ricetta miracolosa.

Ma, c'è ancora una differenza, è che è possibile investire piccole quantità in Bitcoin, e che nel mercato azionario non è possibile.

Ma se Bitcoin è legale, che vale davvero la pena, devi pagare le tasse su di esso?
Non sono un esperto fiscale. Questa è la mia risposta a mia nonna, al meglio delle mie conoscenze. Queste informazioni non sostituiscono affatto il parere di un professionista fiscale.

Beh sì e no, è un po' più complesso, ma non molto complicato.

Beh, ricordi l'ordine della Corte di giustizia europea? All'interno si dice che "no[Le Bitcoin]n può esser[…]e visto come un conto corrente o come un deposito di fondi".

Ciò significa che Bitcoin non è considerato un libro di risparmio o un titolo. Fondamentalmente, non è né patrimonio immobiliare né arredamento. Quindi, se si dispone di Bitcoin, non c'è bisogno di dichiararlo nel vostro ritorno di ricchezza, e per esempio non conta nella tassa sulla ricchezza (anche se ora è andato).

Modifica: Bitcoin, tuttavia, sembra essere incluso nel calcolo dell'EWB. Come un conto bancario (nonostante il parere della Corte di giustizia dell'UE). Quindi controlla se hai dei dubbi.

Inoltre, poiché Bitcoin non ha un prezzo legale, agli occhi della legge non ha alcun valore reale, quindi non è tassabile. Altrimenti, non saprebbero nemmeno come calcolare l'imposta…

D'altra parte, i profitti legati alla vendita dei tuoi Bitcoin, sono facili da calcolare, hanno un valore di valuta reale. Quindi sono tassabili.

Deve essere un trucco su Bitcoin nei testi sui profitti non commerciali… Ecco, questo è l'articolo che governa la questione dell'imposizione di Bitcoin in un ambiente non professionale.

Non capisco, se compro Bitcoin, devo dichiararlo o no?

Beh, il tuo Bitcoin, no, i tuoi profitti, sì…

Sì… non ti sembra chiaro lì… Beh aspetta, ti darò alcuni esempi:

  • Se si acquista 1 Bitcoin per 1000 euro, il prezzo sale e dopo un mese il bitcoin vale 2000 euro, se lo si mantiene sotto forma di Bitcoin, non avrete nulla da dichiarare o pagare.
  • Se si acquista 1 Bitcoin per 1000 euro, il prezzo sale e dopo un mese il bitcoin vale 2000 euro, se lo rivendi per 2000 euro, si dovrà dichiarare un profitto non commerciale di 1000 euro.
  • Se si acquista 1 Bitcoin per 1000 euro, il prezzo sale e dopo un mese il vostro Bitcoin vaux 2000, se lo si utilizza per acquistare 2000 euro dei vostri sporchi biscotti Chamonix, bah si dovrà anche dichiarare un profitto non commerciale di 1000.
  • Se si acquista 1 Bitcoin per 1000 euro, il prezzo scende e dopo un mese il bitcoin vale 500 euro, se lo rivendi per 500 euro… Beh, io non lo so… Si è verificato un problema sconosciuto. Alla fine della giornata, puoi far ridere il tuo ispettore fiscale… Non è male, non ridono spesso queste persone che conosci…

Cosa si può fare con Bitcoin?

Ok, ma alla fine, qual è lo scopo di Bitcoin? Cosa posso fare con esso? Posso comprarle qualcosa?

Ah, questa è una buona domanda!

Vorrei dirvi che è possibile acquistare le cose in Bitcoin, ed è vero che teoricamente si può. Ci sono applicazioni da pagare in Bitcoin, aziende che cercano di creare carte di credito per pagare direttamente in FIAT (valute statali, come Euro o Dollari), e altre cose del genere. Ma onestamente, non è ancora molto pratico e Bitcoin non è la criptovaluta più adatta per questo.

Infatti, oggi Bitcoin è un po 'come l'oro. Per l'uso quotidiano, non è super conveniente, non hai intenzione di comprare il pane con esso, ma per il commercio o per mettere i vostri soldi, va bene.

Per me, oggi con Bitcoin si può per lo più fare trading, o investire.

Come si fa?

Sì, oggi rappresenta la maggior parte dei flussi finanziari che coinvolgono le criptovalute.

Dal momento che Bitcoin è sia virtuale, non regolamentato e il suo prezzo è determinato esclusivamente da domanda e offerta, è un mercato molto volatile, ne abbiamo parlato prima, e che dice mercato volatile, dice potenzialmente rischi molto grandi, ma anche molto grandi profitti. Quindi, invece di investire nel mercato azionario, sempre più persone preferiscono il commercio di criptovalute.

Ma come funziona?

Bah un po 'come il mercato azionario, cerchiamo di acquistare le azioni giuste al momento giusto.

Ti ho detto che ci sono altre criptovalute oltre Bitcoin, gli Altcoins. Ci sono decine di queste criptovalute e i loro prezzi possono variare enormemente da valuta a valuta.

Per la maggior parte queste criptovalute sono indicizzate a Bitcoin. Ad esempio, diremo che 1 Etherium (simbolo ETH) vale 0,051 Bitcoin (simbolo BTC).

Screenshot di una curva di trading.

In questo modo, è un po 'incomprensibile, ma prendendo il tempo per imparare, si arriva a cogliere le basi.

Quindi, per i trader di criptovalute, l'obiettivo è quello di cercare di scoprire quali valute guadagneranno molto rapidamente valore, per acquistarle prima che il prezzo sale e rivenderle al massimo.

Per fare questo, usano siti chiamati Exchanges, che consentono ai loro utenti di scambiare diverse criptovalute tra loro. Un po' come una banca cosa.

Quindi, se si desidera il commercio criptovaluta, si acquista Bitcoin su uno scambio di euro (o si trasferiscono Bitcoin che hai già in borsa), e si utilizzano i bitcoin per acquistare altre criptovalute che si pensa andrà su.

No grazie, me la borsa di studio mi dice niente … E se non l'hai fatto, hai detto che potremmo anche investire in Bitcoin? È come investire in un A-book?

Hai ragione, il trading è complicato… Ma d'altra parte, sì, possiamo investire in Bitcoin, per risparmiare.

È il più adatto per il grande pubblico (così a voi). È meno rischioso del trading, ci vuole molto meno tempo, ed è molto più semplice.

È un po' come mettere i tuoi soldi su un A-book davvero. Tranne che l'idea è che piuttosto che mettere i vostri soldi su un A-book o un altro investimento con bassa redditività, si acquista invece Bitcoin nella speranza che il prezzo andrà molto forte.

Quindi i profitti sono potenzialmente molto più grandi rispetto a un libro di risparmio tradizionale, ma d'altra parte il tuo investimento non è garantito.

Cos'è?

Vale a dire, se si investe 1000 euro in un A-book, si sa che si guadagnano pochi soldi, quasi nulla, quasi abbastanza per compensare l'inflazione. D'altra parte, la banca e lo stato vi assicurano che riceverete lo 0,75% di profitto ogni anno, e quindi che non perdete mai denaro.

Se invece si investe 1000 euro in Bitcoin, se si acquista durante un piccolo calo, si ha una probabilità piuttosto alta di fare 10% a 100% dei profitti ogni anno. Quindi, per ora, stai facendo davvero grandi profitti. Tuttavia, né lo Stato né la banca ti garantiscono nulla. Significa che se il prezzo di Bitcoin crolla e non hai venduto abbastanza presto, puoi perdere soldi.

Quindi è ancora più pericoloso di un A-book?

Oh sì, senza dubbio, ma è anche dannatamente più redditizio!

È sempre la stessa cosa, dobbiamo solo investire denaro che non è essenziale. Non è come un A-book, non si vuole mettere tutti i vostri risparmi su di esso.

Non sostituisce, si integra.

Come posso acquistare Bitcoin? Quale piattaforma (scambio) scegliere?

Ok, cosa succede se voglio comprare Bitcoin io stesso, come faccio? Devo andare in banca? In un negozio?

Haha, teoricamente è possibile, a Parigi c'è un negozio che vende Bitcoin sui terminali di cassa! Ma no, se si desidera acquistare Bitcoin che non è come accade.

Ricordi quando ti ho detto che ci sono piattaforme chiamate Scambi per lo scambio di criptovalute? Beh, alcune di queste piattaforme consentono di scambiare (quindi effettivamente acquistare), Bitcoin per euro. Quindi non vai in banca, vedrai uno scambio.

Quindi, se si desidera acquistare Bitcoin, in realtà è abbastanza semplice, devi solo fare questo:

  1. Si va al sito web di uno scambio che accetta Euro e si iscrive per esso.
  2. Hai il tuo account convalidato (per questo probabilmente dovresti inviare una foto di te stesso e una foto della tua carta d'identità). È molto importante che il tuo account sia convalidato! Altrimenti i tuoi soldi possono rimanere bloccati sullo scambio. Quindi è assolutamente necessario convalidarlo prima di inviare denaro!
  3. Effettua un bonifico bancario dal tuo conto bancario al conto bancario dello scambio. Si legge la procedura dettagliata attraverso il vostro scambio, di solito è necessario includere un numero cliente nella formulazione del vostro trasferimento, o qualcosa di simile. Fate attenzione a non sbagliare…
  4. Una volta che il trasferimento è passato, si sarà in grado di scambiare l'euro inviato sullo scambio di Bitcoin!

E come faccio a sapere quale Scambio scegliere? Non se ne andranno con i miei soldi?
Piccola precisione, per essere chiari, questo blog è affiliato su queste diverse piattaforme, questo è il nostro modello di business, è così che facciamo il sito dal vivo.

Tuttavia, rimaniamo onesti e non cerchiamo di porre maggiore enfasi su una piattaforma perché sarebbe più redditizia dal punto di vista economico. Consigliamo davvero le piattaforme in base a come ci sentiamo e a come sono di qualità.

È un'ottima domanda. Infatti, come il mercato Bitcoin è ancora abbastanza giovane e molto poco regolamentato, è molto importante scegliere piattaforme affidabili, e non tutti sono uguali.

In passato, c'è stato uno scambio, Mt. Gox, se ne va con i soldi dei suoi clienti. Infatti, non è chiaro se hanno lasciato con i soldi o se sono stati violati, ma la piattaforma era inaffidabile e le cose sono andate male.

Sono stato in grado di provare alcuni scambi, e ho avuto l'opportunità di sentire da molti altri! Quindi ecco quelli su cui posso consigliarvi.

In tutti i casi, gli scambi con sede in paesi democratici e che hanno una legislazione chiara dovrebbero sempre essere preferiti (dobbiamo evitare la Russia, la Cina, ecc.).

Base d'angolo

Coinbase è una delle più grandi Borse che supporta la cosiddetta FIAT, cioè le valute statali.

Per me, Coinbase è ora uno degli scambio più facili da usare, e uno dei più sicuri.

Il più:

Il minimo:

  • Un po' più costoso della concorrenza
  • Non molto adatto per il traiding

Per me, Coinbase è la piattaforma più adatta per gli utenti che vogliono investire in Bitcoin per risparmiare.

La piattaforma è un po 'più costoso rispetto ai suoi concorrenti, ma stiamo parlando di una differenza di circa l'1%, quindi a meno che non si investa un sacco di soldi, non è molto importante.

Soprattutto, la piattaforma fornisce un'ottima sicurezza dei bitcoin dei suoi clienti in caso di hacking della piattaforma, sia tecnicamente che legalmente.
Inoltre, Coinbase ha sede a San Francisco, California, ed è quindi soggetta alla legge americana, molto severa sull'argomento. Quindi siamo sicuri che non se ne andano con i soldi!

Per tutti questi motivi, penso che Coinbase sia la piattaforma più sicura e adatta per i principianti.

Se vuoi creare un account su Coinbase, vai sul loro sito, cliccando qui o sul pulsante qui sotto.

Vedi il sito web di Coinbase

HitBTC

HitBTC è una piattaforma abbastanza grande con un volume di transazioni di circa 500 milioni di dollari al giorno. Non è necessariamente il migliore, ma offre alcune caratteristiche piuttosto interessanti.

Il più:

  • Commissioni di transazione molto corrette
  • Costretto a convalidare il tuo account prima di poter trasferire denaro su di esso (quindi sei sicuro di non commettere un errore)
  • Con sede in Inghilterra (Londra)
  • Adatto per il trading
  • Offre una modalità "test" per imparare e capire come funziona la piattaforma senza spendere soldi.

Il minimo:

  • Non è il più facile da usare
  • Non in francese

HitBTC è una piattaforma completamente corretta. Non è il più facile da usare, ma per me la sua modalità "Demo" è un grande positivo.

La modalità demo è una modalità che ti permette di scambiare "per falsi", in modo da essere in grado di testare le tue strategie, cercare di capire come funziona il trading e la piattaforma, il tutto senza effettivamente investire denaro. Chiaramente, è una caratteristica piuttosto rara e davvero grande per i principianti!

HitBTC ha anche il vantaggio di avere sede a Londra, che fornisce una certa certezza giuridica. Tuttavia, la piattaforma è stata violata all'inizio del 2015, ma nessun background utente sono stati rubati e la sicurezza sembra essere migliorata in modo significativo da allora.

Infine, HitBTC è abbastanza adatto per il trading, supporta un sacco di criptovalute e offre commissioni di transazione abbastanza corrette.

Se vuoi creare un account con HitBTC, basta andare al loro sito, cliccando qui o sul pulsante qui sotto.

Vedi il sito web di HitBTC

Kraken

Kraken è una piattaforma piuttosto grande, utilizzato principalmente per acquistare Bitcoin, e un po 'anche per il traiding. Si tratta di una piattaforma storicamente molto famosa, ma che ha sperimentato un sacco di problemi di prestazioni ultimamente.

Il più:

  • Interfaccia piuttosto semplice
  • Opportunità di traiding
  • Con sede negli Stati Uniti (San Francisco)
  • Tasse basse

Il minimo:

  • Server molto instabili (ultimamente il sito è spesso inaccessibile)
  • Non in francese

Kraken era una delle mie piattaforme preferite, e il supporto era abbastanza buono. Ma onestamente, la qualità del servizio si è deteriorata così tanto ultimamente che assolutamente non lo uso affatto. E 'semplice, possiamo collegare solo una volta in due, e di nuovo …

A mio parere, Kraken è più adatto alle persone che vogliono commerciare che alle persone che vogliono semplicemente acquistare Bitcoin per risparmiare (consiglierei loro coinbase.com).

A causa degli attuali problemi di disponibilità del servizio, non consiglio di utilizzare Kraken per i principianti in questo momento. Non siamo riusciti a trovarti abbastanza velocemente!

Se si desidera creare un account a Kraken, basta andare al loro sito, cliccando qui, o sul pulsante qui sotto.

Vedi il sito web di Kraken

Quanto investire in Bitcoin e quanto fa?

Beh, quanto hai investito in Bitcoin, e quanto hai guadagnato?

Quindi mia nonna, ho investito 500 euro in Bitcoin verso giugno, ed è una somma che mi sembra abbastanza adattata per iniziare, perché è una somma allo stesso tempo abbastanza grande da fare profitti un po 'bello, e ridotto abbastanza da non essere troppo disturbato in caso di perdite.

Oggi, 6 mesi dopo, Bitcoin mi ha guadagnato poco più di 600 euro, cioè ho recuperato i miei 500 euro di investimento e guadagnato 600 più.

Ma onestamente, sono riuscito come un bastone. I miei profitti avrebbero potuto essere molto più alti (nell'ordine di 3000 euro) se avessi semplicemente seguito il mio piano originale, vale a dire salvare Bitcoin senza trading.

Ma ehi, mi conosci, sono preso in giro e volevo correre prima di sapere come camminare … La buona notizia è che mi permette di darvi consigli: in un primo momento, non cercare di commerciare, semplicemente investire e imparare lentamente…

Se vuoi la mia opinione, investire in Bitcoin è una buona idea, ma devi essere ragionevole. Metti 500, 1000 se il tuo stile di vita ti permette, ma non investire i soldi di cui hai bisogno. E soprattutto, si segue il vostro piano, non si tenta di commercio troppo veloce, prendere il tempo per capire i meccanismi prima, non rivendere alla prima goccia piccola.

Beh, bah nonna, penso di aver spiegato tutto su Bitcoin lì … La prossima volta ti spiego gli Altcoins!

Conclusione

È così che mi sono trovato a spiegare Bitcoin a mia nonna e un po' a tutta la mia famiglia…

Spero che questo articolo ha permesso anche a voi di capire meglio Bitcoin, di andare oltre l'immagine di base dipinta nei rapporti. Per capire come Bitcoin è sia nuovo, portando non solo innovazioni tecnologiche, ma anche questioni politiche e filosofiche, e tuttavia in molti modi, non così diverso dal sistema economico classico.

Nel frattempo, non esitate a condividere questo articolo, sui social network o sui vostri siti web. Non esitate a parlarne intorno a voi, a parlare di Bitcoin, e perché non le idee che porta e discuterlo, e soprattutto, se qualcuno vi chiede che cosa Bitcoin è, sentitevi liberi di inviarlo a questo articolo. Sarebbe davvero un bel regalo di Natale!

Condividi
Newsletter
Autore:
Raspberry Pi FR
Unisciti alla comunità Raspberry Pi
Un computer da 35 euro ha già venduto 10 milioni di copie
ACQUISTA IL NUOVO RASPBERRY PI 4
Tutorial correlati
Il Raspberry Pi 4 arriva in una versione da 8 GB di RAM! Creare un cluster Raspberry Pi con Docker Swarm Come eseguire un programma all'avvio del Raspberry Pi? Impara a programmare con Python 3 e Raspberry Pi, corso introduttivo. Raspberry Pi Imager, la fondazione rilascia uno strumento ufficiale per installare un sistema operativo sul Raspberry!
Nessun commento
Condividi
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla newsletter.
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti e resta informato!