image metre

Monitora il tuo Raspberry Pi con il monitor del server e-server

Aggiornato 16 Agosto 2017 - 0 Commenti - , , , , ,

ⓘ Questo articolo potrebbe essere stato tradotto parzialmente o completamente utilizzando strumenti automatici. Ci scusiamo per eventuali errori che ciò potrebbe causare.

Il tuo Raspberry Pi sta rallentando o riscaldando? Vuoi conoscere la temperatura e la percentuale di utilizzo del processore o lo stato delle partizioni sulla scheda SD? Hai bisogno di uno strumento che ti permetterà a colpo d'occhio di vedere la salute della tua carta! Per questo vi mostreremo come installare e -Server Monitor, uno strumento di monitoraggio che consente di vedere da un browser web, attraverso una chiara interfaccia, in quale stato è il vostro Raspberry Pi

Necessario per l'utilizzo di e-Server Monitor

Per installare questa soluzione di monitoraggio, è necessario avere il Raspberry Pi collegato alla rete (tramite ethernet o wifi). Se si dispone di un Raspberry Pi 2 o più vecchio e vuole andare via wifi, avrete bisogno di un dongle wifi adatto.

Se tutto questo è buono, è necessario installare un server web sul vostro Raspberry Pi. Apache o Nginx, non importa, prendere quello con cui ti senti più a tuo agio. Per coloro che non sanno come fare, vi consigliamo di utilizzare lo stesso come noi per adattarsi perfettamente a questo tutorial, vale a dire Nginx. Troverete come installarlo sul nostro tutorial dedicato.

Ora che il tuo Raspberry pi è pronto, possiamo passare alla procedura di installazione e configurazione di e-Server Monitor.

Installazione di e-Server Monitor

Prima di tutto vai nella cartella che memorizza i tuoi siti web. Nel nostro caso, siamo su nginx e i nostri siti web sono memorizzati in /var/www/html

cd /var/www/html/

Ora scarica l'ultima versione di e-Server Monitor in una versione web. Mentre scriviamo questo tutorial, l'ultima versione è lì 2.5 ma è possibile trovare l'elenco di tutte le versioni a questo indirizzo: https://ezservermonitor.com/esm-web/downloads

sudo wget --content-disposition  http://www.ezservermonitor.com/esm-web/downloads/version/2.5

Una volta scaricata, decomprimere la nuova cartella ed eliminare l'archivio

unzip ezservermonitor-web_v2.5.zip
sudo rm ezservermonitor-web_v2.5.zip

Con l'installazione ora completata, possiamo passare alla configurazione del sistema di monitoraggio del Raspberry Pi. Ma poco prima di questo per facilitare l'accesso da un browser, è possibile rinominare la cartella in cui si trova il monitoraggio del server e

mv eZServerMonitor-2.5/ monitoring/

Per quanto riguarda la configurazione effettiva del monitoraggio, lo troverete nella cartella conf.

nano monitoring/conf/esm.config.json

In questo file, si consiglia di sostituire tutti i falsi con true. Quando vedi l'interfaccia, capirai facilmente quali sono le diverse impostazioni e regola la configurazione in base alle necessità.

Per accedere al sistema di monitoraggio, tutto quello che devi fare è aprire un browser e inserire l'URL dell'IP del tuo Raspberry seguito dal nome della cartella in cui si trova il monitoraggio. A seguito di questo tutorial e con un Raspberry Pi che ha un IP in 192.168.1.40 darebbe:

http://192.168.1.40/monitoring/

Ora sei con un Raspberry Pi sotto 🙂

Condividi
Newsletter
Autore:
Raspberry Pi FR
Unisciti alla comunità Raspberry Pi
Un computer da 35 euro ha già venduto 10 milioni di copie
ACQUISTA IL NUOVO RASPBERRY PI 4
Tutorial correlati
Nuovo Raspberry Pi 4, cosa c'è di nuovo, a che prezzo, dove comprarlo? Usa un nome di dominio con Raspberry Pi per renderlo accessibile da Internet. Come installare più OS sul Raspberry Pi con BerryBoot. Come trovare l'indirizzo IP del tuo Raspberry Pi? Acquista il tuo Raspberry Pi 3B + ei suoi accessori, la nostra guida all'acquisto!
Nessun commento
Condividi
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla newsletter.
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti e resta informato!